Lettera del Governatore – Ottobre 2020

Benvenuti in Autunno, che come ogni anno porta alle riflessioni sullo sviluppo economico e comunitario.
Il tema del mese di ottobre del calendario rotariano: “sviluppo economico e comunitario”, è estremamente di attualità in questi giorni in cui si cerca di capire dove andranno le manovre del nostro Governo.
Cerchiamo però di definire cosa si intende con “comunitario”, cioè se dell’Unione Europea (io rientro tra coloro che ancora si ricordano della CEE e tale termine torna anche involontariamente) o “comunitario” riferito al territorio e a paesi lontani.

Quale che sia la risposta, non dobbiamo dimenticare che, come quando si cerca di salvare qualcuno che affoga in mare, bisogna sapere nuotare per poterlo fare, così per poter aiutare a sviluppare una economia, si deve essere in grado di poter provvedere in primo luogo a sé stessi.

In questo il Rotary ha la responsabilità di guardare innanzitutto sul proprio territorio e verificare che l’imprenditoria locale, le nuove giovani aziende, le microaziende che nascono su iniziativa e spirito della economia di quartiere, oggi come mai da riscoprire anche per la limitata possibilità di potersi muovere, abbiano supporto dall’esterno. Non si tratta solo di supporto economico in senso stretto, che dovrebbe essere garantito dalle istituzioni del nostro Paese, ma di supporto dato dall’esperienza e dalla professionalità dei rotariani che devono mettersi a disposizione delle comunità con le proprie conoscenze e il proprio bagaglio di esperienza lavorativa.

Il Progetto Virgilio da anni segue e aiuta aspiranti imprenditori a sviluppare l’idea vincente o almeno a dare gli strumenti con i quali chi si affaccia al mondo dell’imprenditoria potrà rendere una idea, un prodotto, un oggetto, una campagna pubblicitaria. E’ un progetto che nel corso degli anni abbiamo condiviso con i nostri “cugini” del Distretto 2041 e ancora molto abbiamo da imparare per affinare i meccanismi per selezionare le idee vincenti.

Recentemente il nostro Distretto ha fatto un ulteriore passo, stavolta nel senso di “comunitario” legato alla Unione Europea. È infatti stato siglato tra il JRC di Ispra e Virgilio un accordo perché anche la dimensione più squisitamente tecnologica e innovativa siano supportate. Ne abbiamo parlato durante l’Assemblea e il taglio di innovazione che si vuole dare a questo progetto lo rende entusiasmante e mi permetto di dire di altissimo profilo.

I primi progetti sono già ai blocchi di partenza e i dettagli per la definitiva formalizzazione dell’accordo sono ormai quasi tutti definiti. Un grazie di cuore a chi ha avuto la visione di voler mettere in pista un accordo innovativo, per chi ha creduto e dato il proprio assenso a proseguire in questa direzione, ai Club Rotary che si sono adoperati per supportare il progetto, ai Rotariani che ancora adesso stanno finendo di “limare” l’accordo e credono fermamente in questo progetto con la testardaggine degli innovatori.

Siamo ai blocchi di partenza di qualcosa di straordinario e affascinante, continuiamo in questa direzione, con un occhio però sempre alle economie di quartiere, andiamo nel negozio locale, avremo delle sorprese che parimenti ci affascineranno e ci chiederemo come mai le avevamo dietro casa e non ce ne siamo mai accorti.

Laura Brianza

Milano, 5 ottobre 2020